.
Annunci online

inpartibusinfidelium
ERESIE CONGETTURE DUBBI MEMORIE dalla parte degli infedeli

"IN PARTIBUS INFIDELIUM"

dedicato a Leonardo Sciascia

"a futura memoria, se la memoria ha un futuro"

!!DISCLAIMER!!: codesto weblog non rappresenta una testata giornalistica o prodotto similare, giacchè viene aggiornato senza alcuna periodicità. In tal guisa, codesto weblog non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n°62 del 7.03.2001. Le immagini talvolta inserite in codesto weblog sono tratte in massima parte dalla rete di Internet. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, comunicatelo postando nel blog: saranno rimosse a strettissimo giro. 

I contenuti inediti di questo blogsono pubblicati sotto una
Licenza Creative Commons.
Se riprodotti altrove, la loro paternità va attribuita
specificando il nome dell’autore e il titolo di questo blog,
e inserendo un link all’originale o citandone l’indirizzo.
I commenti e ogni altro contenuto inedito qui ospitato
sono di proprietà dell'autore.

Avvertenza ai navigatori: elimino i commenti anonimi, quelli non pertinenti ma non quelli impertinenti, quelli oziosi, quelli stupidamente provocatori, quelli fasulli, insomma in my blog faccio quello che mi più mi garba.

IL GESTORE DI CODESTO WEBLOG NON E' RESPONSABILE DEL CONTENUTO DEI COMMENTI POSTATI. IN OGNI CASO, LADDOVE ESSI CONTENGANO ESPRESSIONI DIFFAMATORIE, SCURRILI E INCIVILI, SARANNO RIMOSSI.











 

 

27 ottobre 2010
politica estera
Pannella ci riprova con Tareq Aziz

Marco Pannella dopo Saddam Hussein ci riprova con Tareq Aziz, condannato a morte come il suo Rais. Condividendo l'esecrabilità della condanna, non condivido la posizione di Pannella quando sostiene che, eseguendo la sentenza, si vuole far tacere l'ex Ministro degli Esteri iracheno per impedirgli, come per Saddam, di svelare che la guerra voluta soprattutto da Bush jr. & Blair poteva essere evitata in quanto Saddam si era rassegnato a dimettersi e ad avviarsi all'esilio. Per quanto ricordo, il dittatore iracheno e i suoi sgherri, non avevano nessuna intenzione di lasciare il potere e andare in esilio: essi pensavano infatti che la guerra si sarebbe trasformata in una disfatta per la coalizione dei volenterosi e che l'Irak sarebbe stato difeso dai paesi amici.

La disfatta non c'è stata e i paesi amici si è visto: l'Iran, acerrimo nemico dei sunniti iracheni, ha lasciato fare e i soli che sono accorsi in soccorso di Saddam sono stati i terroristi racimolati da Bin Laden, assassini di migliaia di iracheni (Wikileaks docet!) e sconfitti dal surge del Generale David Petraus.

Pannella è quindi vittima di un tipico wishful thinking: la campagna "Saddam in esilio e Irak libero" non ebbe esito favorevole non per colpa di Bush jr. e Blair, e Tareq Aziz non ha nessun segreto da svelare e, in ogni caso, nessuna credibilità.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. esilio

permalink | inviato da inpartibusinfidelium il 27/10/2010 alle 15:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte