.
Annunci online

inpartibusinfidelium
ERESIE CONGETTURE DUBBI MEMORIE dalla parte degli infedeli

"IN PARTIBUS INFIDELIUM"

dedicato a Leonardo Sciascia

"a futura memoria, se la memoria ha un futuro"

!!DISCLAIMER!!: codesto weblog non rappresenta una testata giornalistica o prodotto similare, giacchè viene aggiornato senza alcuna periodicità. In tal guisa, codesto weblog non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n°62 del 7.03.2001. Le immagini talvolta inserite in codesto weblog sono tratte in massima parte dalla rete di Internet. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, comunicatelo postando nel blog: saranno rimosse a strettissimo giro. 

I contenuti inediti di questo blogsono pubblicati sotto una
Licenza Creative Commons.
Se riprodotti altrove, la loro paternità va attribuita
specificando il nome dell’autore e il titolo di questo blog,
e inserendo un link all’originale o citandone l’indirizzo.
I commenti e ogni altro contenuto inedito qui ospitato
sono di proprietà dell'autore.

Avvertenza ai navigatori: elimino i commenti anonimi, quelli non pertinenti ma non quelli impertinenti, quelli oziosi, quelli stupidamente provocatori, quelli fasulli, insomma in my blog faccio quello che mi più mi garba.

IL GESTORE DI CODESTO WEBLOG NON E' RESPONSABILE DEL CONTENUTO DEI COMMENTI POSTATI. IN OGNI CASO, LADDOVE ESSI CONTENGANO ESPRESSIONI DIFFAMATORIE, SCURRILI E INCIVILI, SARANNO RIMOSSI.











 

 

11 settembre 2009
cinema
Venezia 2009...

Puntualmente ogni anno, durante il Festival del Cinema di Venezia, i teleutenti devono sorbirsi la rubrica di Pascal Vicedomini, dedicata appunto al Festival.
E ogni anno le domande e le osservazioni del conduttore appaiono scontate, stupide e grezze, davvero una cosa incredibile che la Rai paghi un ignorantone di quella stazza.
Per dire l'ultima, dure sere fa su RAI3, quando il Pascal ha parlato di pace pace pace e tirava dentro Turturro e da Napoli, il critico musicale Vacalepre e la cantante Piera Montecorvino, a darci dentro con pace pace pace: che palle!
Insomma Vicedomini è una specie di clone di Vincenzo Mollica, per il quale nessun film è brutto, ma tutti sono belli, stupendi, eccezionali.

E questa è la tivvù berlusconiana...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. viva la rai

permalink | inviato da inpartibusinfidelium il 11/9/2009 alle 13:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
8 settembre 2009
cinema
Videocracy ovvero Imbecillity

Non lo abbiamo visto, nè lo vedremo se non gratis quando uscirà, il docufilm "Videocracy".

A parte il fatto che sa di stantio, tutto il plot vuole dimostrare che gli italiani sono divenuti imbecilli a furia di guardare tette, culi e cosce e telequiz, onde il video utente ha sostituito l'elettore, dando così luogo ad una telecrazia.

L'argomento è ancora affascinante poichè una parte degli italiani non vuole accettare che il fenomeno Berlusca non si spiega con le televisioni ossia non soltanto con il potere mediatico, ma con altri elementi ed ingredienti.

Invero, si rendono imbecilli le persone sostenendo che appunto c'è una Videocrazia, non consentendo loro di ottenere altre spiegazioni, giacchè più complesse.

Se Prodi, D'Alema, Veltroni e compagnia hanno fallito non vedo quale colpa hanno le carni che generosamente vengono mostrate sulle televisioni del Cav. e sulle altre...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pigrizia intellettuale

permalink | inviato da inpartibusinfidelium il 8/9/2009 alle 12:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
12 maggio 2009
musica
Chris Rea "Josephine"
 



permalink | inviato da inpartibusinfidelium il 12/5/2009 alle 12:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
6 marzo 2009
vita familiare
scoop: film su Di Pietro

"Era mio padre"

prodotto, sceneggiato, scritto, interpretato e diretto da Cristiano Di Pietro.
Musiche: Marco Travaglio.
Location: Carceri, Procure e Commissariati.
Per il trattore si ringrazia la società Lamborghini.
Per le manette si ringrazia la società "Non scappi Spa"


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. familismo

permalink | inviato da inpartibusinfidelium il 6/3/2009 alle 22:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
30 giugno 2008
films

Leoni per agnelli, di Robert Redford. Con RR, Meryl Steep, Tommy Cruise.
Patetico, inconcludente, fazioso, stupido.

Nella valle di Eliah, di Paul Haggis. Con Tommy Lee Jones, Charlize Theron.
Fazioso, struggente, complesso, amerikano, intelligente.

I padroni della notte, di James Gray. Con Joacquin Phoenix, Marc Walbherg, Bob Duvall, Eva Mendes.
Un film. Vero.




permalink | inviato da inpartibusinfidelium il 30/6/2008 alle 22:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
9 luglio 2007
Babel...

" Babel", il film diretto dal messicano Inarritu - già regista di "21 grammi" con Sean Penn, Naomi Watts e Benicio del Toro (sublime in Traffic di Sodembergh) - è un film che va visto e rivisto, nonostante le spruzzate di politically correct.

La colonna sonora è una ciliegina ed è usata con maestria nelle scene senza dialogo.

Gli attori e le attrici sono bravissimi.




permalink | inviato da inpartibusinfidelium il 9/7/2007 alle 14:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
7 maggio 2007
Tony Servillo

Rivisto - ier sera, quasi notte, benemerita RETE4 - le Conseguenze dell'Amore, di Paolo Sorrentino, bravissimo e capace regista napoletano.
Tony Servillo - protagonista nelle sembianze di Titta Di Girolamo - è un Attore superlativo.
Mai vista una Mafia - Cosa Nostra, con la N e la O strascicata - così angosciante e paurosa.

Tony Servillo è di gran lunga il miglior attore in circolazione della nuova generazione.

Ammirato peraltro in teatro, recitare Eduardo - Sabato, Domenica e Lunedì, con una Anna Buonaiuto straordinaria - Servillo è una spanna sopra.
Movenze e postura.
Lingua.
Sguardo.
Pathos.

Voce vera.
Napoli.
Italia.




permalink | inviato da inpartibusinfidelium il 7/5/2007 alle 23:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
23 aprile 2007
CHILDRENS OF MEN,di F. Cuaron, con Clive Owen (2006) in DVD.

Molto angosciante, molto bello.



permalink | inviato da il 23/4/2007 alle 16:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
21 aprile 2007
OSCAR
The departed, il bene & il male, di Martin Scorsese, 2006.
Gran film, anzi grandissimo film. Oscar strameritati.
Matt Damon, Colin, immenso, viscido, cattivo.
Leonardo Di Caprio, Billy, un gigante, una poesia, fantastico.
Jack Nicholson, Costello, insuperabile.
Il resto del cast formidabile.

Una chicca poi la colonna sonora, con un pezzo dei Pink Floyd cantato da Roger Waters e Van Morrison.

Se non lo avete visto fiondatevi a noleggiarlo.



permalink | inviato da inpartibusinfidelium il 21/4/2007 alle 18:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
22 novembre 2006
DECRYPTAGE: un docufilm...
E' un'occasione unica di vedere questo film: DECRYPTAGE
Per la prima volta in Italia !
E per assistere ad un dibattito sui sistemi di manipolazione della
comunicazione nei media
Con Fiamma Nirenstein e Edoardo Tabasso

"Mal nommer les choses ajoute au malheur du monde"
Albert Camus

L'Istituto Stensen, all'interno della sua rassegna cinematografica
sull'etica della comunicazione giornalistica,
presenta
"DECRYPTAGE",
un documentario francese (sottotitolato in italiano),
film in 35mm per il cinema e mai passato in televisione.
Due anni di inchieste portate avanti da un ricercatore
Jacques Tarnero (direttore del centro di ricerche sull'anti-semitismo contemporaneo)
e da un regista Philippe Bensoussan e realizzate tra Parigi e Gerusalemme
ha permesso loro di raccogliere testimonianze, interviste, documenti ed
immagini inedite
di questa guerra dell'informazione.
La guerra israelo-palestinese è uno dei conflitti che più stimolano le passioni.
Ma quale ruolo giocano i media nel suscitare queste passioni?
Che sappiamo della verità di questa guerra?
Un'analisi senza concessioni del fenomeno mediatico: come l'industria dei
media fabbrica le informazioni?
Perchè e come certi fatti sono regolarmente omessi?
In quali contesti vengono elaborati i commenti a questa scottante attualità?
Dato che le informazioni sono spesso disponibili, perchè certe realtà non interessano
e non sono diffuse dai media?
Il film tenta di rispondere a queste e ad altre questioni con immagini mai viste (soprattutto della televisione palestinese) e numerose interviste di giornalisti (Fiamma Nirenstein, N.Mac Donald), filosofi (Alain Finkielkraut), politici (Ehud Barak, Sari Nusseibeh),
geostrateghi (Alexandre Adler, Frederic Encel), universitari (P.A.Taguieff, Ilan
Greilsammer),psicoanalisti (Gerard Miller) etc...
Una realtà unversale, valida per la Francia, ma anche per l'Italia.
Il film sarà seguito da un dibattito in cui interverranno Fiamma Nirenstein (autrice di numerosi libri, corrispondente de La Stampa da Gerusalemme), intervistata nel film,
Edoardo Tabasso (professore universitario e autore del libro "L'ossessione
antisraeliana²), Paolo Scandaletti (professore universitario)

Giovedi 23 Novembre Ore 20.30
All'Istituto Stensen V.le Don Minzoni 25/g Firenze



permalink | inviato da il 22/11/2006 alle 15:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
30 ottobre 2006
PATATINE: The Da Vinci code
Il libro era ottimo (per quel genere, si capisce) e il film non è davvero niente male.

E la Sophie è deliziosa, se non anche sexy.

In attesa di Angeli & Demoni...



permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 15:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
24 aprile 2006
PATATINE: "History of violence"
Straordinario film questo "History of violence" con un immenso Viggo Mortenssen (il Signore degli Anelli, l'amore tradito con Diane Lane e Richard Gere).
Un cattivissimo Ed Harris (Fogerty) e un asciutto William Hurt (il fratello cattivo), completano un cast di attori perfetto (la moglie di Tom Stall, Edie, Maria Bello è brava e bella), per un film inquietante con un ritmo preciso ma noioso.

Da noi fanno film sui Caimani.



permalink | inviato da il 24/4/2006 alle 14:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
18 aprile 2006
PATATINE: "THE PASSION" di Mel Gibson
"THE PASSION OF THE CHRIST" di Mel Gibson.

Lo abbiamo visto domenica, giorno di Pasqua, alla tele, quindi non proprio nella giusta modalità, - onde ci proponiamo di rivederlo in dvd - e tuttavia possiamo formulare, senza alcun dubbio, due osservazioni:
la prima, è che trattasi di film formidabile e non solo per l'impatto che provocano le scene di ferocia e di sangue, ma per la sua essenzialità, per il ritmo, per i tipi umani descritti (senza psicologismi), per l'inquietudine che scatena soprattutto quando compare il Demonio con in seno l'Anticristo (per la cronaca: interpretati da Rosalinda Celentano e da un attore "nano" napoletano.
La seconda, non è un film antisemita, nel senso che lo è pari pari come altri film dedicati a Cristo, ossia: ognuno ci vede quel che vuole, ma nel film di Gibson Cristo è un ebreo a tutto tondo, e chi lo ama e lo segue sono ebrei. Poi certo ogni discussione sul "dopo" si può aprire, ma ci condurrebbe lontano.
Un'altra annotazione: abbiamo parzialmente rivisto dopo "the Passion" il "Gesù di Nazareth" di Zeffirelli, (questo, contrariamente al primo, racconta tutta la storia di Gesù) dove quasi tutto è poesia e dove Cristo, tuttavia, non è quella colomba pacifista che i neoteologi alla Bertinotti ci spacciano con insolenza e ignoranza. In particolare abbiamo voluto rivedere la scena della crocifissione, giacchè nel film di Gibson il tutto viene ripreso con dovizia di particolari. Ebbene ricordavamo che il film di Zeffirelli fosse meno crudo quando a Cristo vengono piantati i chiodi nelle mani e nei piedi e viene issato sulla Croce. Ricordavamo male giacchè la scena ci ha fatto sobbalzare e ci ha colpiti molto più di come la descrive "the Passion".
E ci meravigliamo che questo particolare sia sfuggito ai tantissimi critici che hanno rubricato il film del regista australiano quale genere horror.
Ma questo è il minus e ci interessa poco, giacchè per quanto la nostra fede in Cristo sia diventata tiepida e gravida di dubbi, ci siamo commossi cercando di pregare...



permalink | inviato da il 18/4/2006 alle 13:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
10 aprile 2006
PATATINE: Mr & Mrs Smith
Visto ieri sera in Dvd il film "Mr & Mrs Smith" con la coppia di fatto Pitt & Jolie, i rosapugnoni yankee.

Una cagata pazzesca.

Vale la pena di vederlo solo per immaginare le grazie generose della Angiolina Jolie e indiviare il Brad Pitt.



permalink | inviato da il 10/4/2006 alle 14:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
23 marzo 2006
PATATINE: Crash, Oscar meritato
Gran film "Crash" di Paul Higgins.
Oscar meritatissimi, a dispetto della nostra "collega" Mariarosa Mancuso (Popcorn sul Foglio del sabato).

Grandi e immensi gli interpreti.
Dan Cheadler, nero tosto in Traffic di Sodemberg, qui riproposto in chiave ambigua ma non meno efficace.
Immenso Matt Dillon, cattivissimo con le gemelle Sean Bean, struggente in City of God, qui pulito, essenziale: la scena con il padre nel cesso è da incorniciare.
Sandra Bullock è odiosa e stronza, ma si emenda.
Gli altri, dei quali ci sfuggono i nomi - siamo dilettanti e infatti sgranocchiamo patatine - sono azzeccati e pertinenti, insomma un casting baciato.
La colonna sonora ci ha mandato in brodo di giuggiole.
Dopo due ore avremmo continuato ad libitum.

This is America.



permalink | inviato da il 23/3/2006 alle 17:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
23 febbraio 2006
ore 21,30 su LA7... stasera
Il docu "Dalla parte degli angeli" è anche opera di Stefano Pistolini, critico musicale (e non solo) del Foglio.



permalink | inviato da il 23/2/2006 alle 18:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
10 dicembre 2005
Su IL FOGLIO di oggi imperdibili articoli su Spielberg
Il 23 dicembre negli USA, il 23 gennaio 2006 in Europe, esce nelle sale l'ultimo lavoro del regista Steven Spielberg "Munich" (liberamente tratto dal libro di George Jonas "Vendetta"), che narra dell'omicidio commesso a Monaco di 11 atleti della delegazione israeliana alle Olimpiadi del 1972, da parte di un commando di feddayn palestinesi di Settembre Nero e della rappresaglia o vendetta inferta da Israele ai superstiti del commando e dei loro mandanti.

Ne scrive il Foglio di oggi con ben 4 articoli.
www.ilfoglio.it

Da leggere e poi da vedere.



permalink | inviato da il 10/12/2005 alle 15:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
5 dicembre 2005
PATATINE: War of the world
In dvd, abbiam visto il kolossal Spielberg & Cruise, remake del celebre "la guerra dei mondi".

Non male, davvero non male, ma il finale è deludente.

Vale comunque la pena di vederlo.

Sempre film yankee e di un ebreo è.



permalink | inviato da il 5/12/2005 alle 16:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
11 ottobre 2005
PATATINE: la Tigre e la Neve venerdì nelle sale...
La collega (si fa x dire) Mariarosa Mancuso, che sul Foglio (del sabato) ha una bella rubrica di Cinema "Cinematografico" ovvero "Popcorn" (dite che l'ideuzza x la mia rubrichetta PATATINE mi è venuta da lì? Vero, verissimo!), ha visto il film dellla Banda dei Quattro: Benigni - Braschi- Cerami - Piovani.

Lo ha dunque ribattezzato la TIGRE E LA NOIA, tanti gli sbadigli e le gags ormai stantie del guitto toscano.

Una Baghdad di cartapesta, uno spaesato Jean Reno, improbabile poeta arabo, e le altre solite cazzatelle di Bob, e tuttavia ma che bravi boys quei soldatacci americani: chè il nostro Robertoooooooooooooooooo si stia parando il culo?

Forse, forse lo andiamo a vedere.
Al cinema.



permalink | inviato da il 11/10/2005 alle 19:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
3 ottobre 2005
PATATINE...
PATATINE

Video, film & dvd

SIN CITY di Rodriguez, con contributi di Quentin Tarantino.

Notevole, angosciante, fotografia eccellente.

Su tutti:
Bruce Willis.
Poi Clive Owen (King Arthur, Closer).

I cattivi davvero cattivi. Orrendi.
Bellissime le ragazze della Città Vecchia.
Le atmosfere ricordano il gotico Batman con Michael Keaton.

Da vedere, ma per stomaci forti.

LEI MI ODIA di Spike Lee.

Non amiamo il regista americano per le sue intemerate politiche.
Così come non amiamo Sean Penn per gli stessi motivi (e la lista sarebbe lunga... Tim Robbins, Susan Sarandon, Woody Warrelshon etc.)

Ma lo amiamo come regista. E pure un film antibush come Lei mi odia, ci è piaciuto molto.
Geniale e divertente, è un inno alla onestà, e contro le trastole delle grandi e piccole società commerciali.
Ma il vero core del film è nel business che il nostro AA (afroamericano) mette su, un po' per caso, un po' per necessità: ingravidare le lesbiche (tra cui una Monica Bellucci bella e mafiosa) per un compenso di $10 mila.
Il tutto si annoda qui, con passaggi esilaranti e grotteschi e il nostro AA esce a testa alta: ed è questa l'America.
Con un finale pro bush.
Non è un thriller, ma non posso dire di più.

Bene, non vi resta che andare da Blockbusters e fittare i dvd.
E ricordate le patatine...



permalink | inviato da il 3/10/2005 alle 17:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte